Sinergie geologiche per l'ambiente
Monitoraggi idrogeologici automatici
Aggiornamento stato della rete di controllo

Sinergeo gestisce autonomamente sul territorio 320 stazioni di acquisizione automatica ed in modalità continua dei dati di falda: per molte di esse sono disponibili serie di regime validate, che coprono oltre 15 anni di misure. 
 
Dal punto di vista strumentale la configurazione base, comune a tutti i punti di monitoraggio, prevede la presenza di sensori di livello e di temperatura delle acque sotterranee; il 20% dei punti della rete presenta sonde di conducibilità elettrica mentre in corrispondenza a settori strategici figurano anche altri parametri chimico-fisici in registrazione continua. 
 
La maggior parte dei sensori (65%) presidia acquiferi della provincia di Vicenza; la restante è distribuita in altre province adiacenti ovvero in siti fuori dal Veneto, dove sono in corso progetti e studi che attengono a problematiche idrogeologiche quali-quantitative.
 
L’interesse di  Sinergeo per l’attività sperimentale di monitoraggio è in aumento: la società investe costantemente risorse economiche a favore della gestione delle attrezzature remote ed energie professionali per l’archiviazione e l’interpretazione dei dati. 
 
Nei prossimi 5 anni si prevede di ottimizzare ulteriormente l’assetto della rete di proprietà, portando almeno il 50% delle stazioni verso la trasmissione autonoma delle informazioni a mezzo di modem GPRS.