Sinergie geologiche per l'ambiente
Ultime news per il 2010
Progetti di Ricerca, Attività Professionale ed altro ancora...

 


Progetto FOKS - Sinergeo procede nello studio affidato dalla Provincia di Treviso nel 2009 riguardante un fenomeno storico di contaminazione dell’acquifero da solventi clorurati in Comune di Arcade. L’iniziativa di ricerca si inserisce all’interno del Progetto FOKS (Focus on Key Sources of Environmental Risks),  finanziato dal programma europeo CENTRAL EUROPE 2007-2013 (www.projectfoks.eu).

 

 

In queste settimane l’incarico è giunto nella sua fase operativa di maggior interesse sotto un profilo scientifico: nel corso del 2010 sono stati realizzati 4 nuovi piezometri di controllo al fine di definire con maggiore precisione l’estensione del plume di contaminazione. E’ in corso anche la terebrazione di 3 pozzi a largo diametro, che verranno impiegati per l’applicazione delle metodologie sperimentali di Integral Pumping Test (IPT), finalizzate alla quantificazione del flusso di massa in acquifero  ed alla definizione della distribuzione spaziale dell’inquinante.



Il test prevede la determinazione della posizione del pennacchio di contaminazione integrando le procedure utilizzate durante le prove di pompaggio con indagini di tipo idrochimico seriate.

 

Per la pianificazione e l’interpretazione delle prove IPT è stato utilizzato il software MAGIC,  sviluppato dal team di ricerca del Central Mining Institute di Katowice (Poland).


ATTIVITÀ PROFESSIONALE

GeoscambioSinergeo sta realizzando le indagini geognostiche e le prove sperimentali per la prefattibilità del progetto di scambio termico a circuito aperto asservito alla riqualificazione della Basilica Palladiana. Committente è il Comune di Vicenza.

La sostenibilità ambientale ed idrogeologica del progetto di scambio termico dovrà essere accertata attraverso la valutazione delle reali capacità di produzione del primo acquifero confinato, posto a circa 30-40 m di profondità dal p.c.  Le indagini, che necessitano della disponibilità dei pozzi e dei piezometri spia in corso di terebrazione, saranno articolate in specifiche prove di emungimento ed anche in test di reiniezione, mirati a simulare gli effetti idraulici riconducibili alla completa restituzione delle portate necessarie per lo sfruttamento geotermico entro la medesima idrostruttura sotterranea.

La portata media ragguagliata su base annua dell’iniziativa in parola è di circa 25 mc/h.

 

Sull’iniziativa tecnica, che presenta interessanti spunti di ricerca geoidrologica, è già stato assegnato un lavoro di tesi di laurea in collaborazione con il Dipartimento di Geoscienze dell’Università degli Studi di Padova.


Siti ContaminatiSinergeo fa parte del Gruppo di Lavoro incaricato della progettazione definitiva degli interventi di bonifica degli ex Depositi POL della Marina ed Aeronautica Militare in Pozzuoli (NA) – SIN Litorale Domitio Flegreo.

L’incarico, sostanzialmente finalizzato alla progettazione definitiva del sistema di messa in sicurezza e bonifica della falda mediante su un sistema di Pump&Treat costiero, è strutturato in molteplici fasi di lavoro. A partire dalla revisione del modello geologico locale sono previsti l’istituzione e la gestione di una rete di monitoraggio automatico, l’esecuzione di misure piezometriche ed idrochimiche sperimentali superficiali e profonde, oltre a campionamenti di suolo in ottemperanza alle richieste degli Enti. A seguire sarà approntata l’analisi di rischio sanitario-ambientale sito specifica, secondo le metodologie stabilite dalle linee guida ISPRA.

 

Il Progetto definitivo della barriera idrodinamica necessaria a garantire la messa in sicurezza e la bonifica della falda in zona portuale prenderà origine da occasioni di parametrizzazione dell’acquifero e dalle ricostruzioni del campo di moto delle acque sotterranee nonché dalla analisi dei regimi locali. E’ prevista una valutazione del rapporto acque dolci - acque salate anche mediante acquisizioni di campo a mezzo di log in foro oltre alla implementazione di un modello numerico di flusso, con valutazione della possibilità di reimmissione delle acque depurate nella stessa unità geologica da cui sono state prelevate, secondo quanto previsto anche dall’art. 243 del D.Lgs. 152/06.

 

Il progetto dovrà essere completato entro Agosto 2011. L’importo lavori è preliminarmente stimato sui 7 Milioni di Euro.

PROGETTI DI RICERCA

 

Progetto GIADA  –  Si è conclusa nei giorni scorsi la Fase 2 del Progetto Giada (finanziamento dal programma Life Ambiente della Comunità Europea per l’attuazione della politica ambientale dell’Unione - www.progettogiada.org).

 

Sono state approfondite le attività di studio e le indagini idrogeologiche ed idrochimiche sviluppate nella  Fase 1, al fine di migliorare il quadro conoscitivo pregresso.

 

Lo studio riguarda l’area dei bacini idrografici del Torrente Chiampo e del Fiume Agno-Guà, nel comprensorio dei monti Lessini Orientali e si estende sul territorio amministrativo di 21 comuni per un totale di quasi 500 Km2.

 

Tra i temi di analisi del progetto sono stati individuati come argomenti di rilevante interesse:

  • la valutazione del grado di sfruttamento indotto dai consumi idrici derivanti dai molteplici utilizzi civili ed industriali presenti nel sistema idrologico Chiampo-Agno-Guà, con riferimento all'equilibrio del bilancio per le risorse idriche,

  • l'analisi preliminare dell'impatto sullo stato qualitativo dei corpi idrici sotterranei da parte dei poli produttivi presenti nell’area di indagine.


L'analisi è stata effettuata dal punto di vista qualitativo e qualitativo considerando l'eterogeneità del dominio territoriale  (e.g. sistema fratturato dell'area montana e sistema poroso dei settori infravallivi e di pianura).

 

Il gruppo di lavoro è costituito da:

 

  • Sinergeo


 

 

I risultati del lavoro verranno presentati ai Sindaci dei comuni afferenti al distretto in data 20.12.2010 presso la sala consiliare del comune di Montecchio Maggiore.



ALTRE NOTIZIE


  • Team - Il gruppo di lavoro e la professionalità di Sinergeo crescono con l’ingresso del Prof. Pierluigi Bullo, idrogeologo e consulente specializzato in temi ambientali, già docente a contratto del corso “Bonifica di Siti Contaminati” presso l’Università degli Studi di Padova .

 

  • Commesse – Nell’ultimo periodo del 2010 Sinergeo ha assunto altri incarichi in ambito idrogeologico ed ambientale a favore dei seguenti Clienti: Etra, AIM, Gruppo Carron, Gruppo Maltauro, Amministrazioni Comunali di Treviso e Grumolo delle Abbadesse, Studio Omega, Gruppo Adige Bitumi,  Gruppo Biasuzzi, Calcestruzzi, Superbeton, Manens Tifs.

Sull'iniziativa tecnica, che offre inedite occasioni di approfondimento teorico e presupposti sperimentali innovativi, è già stato assegnato un lavoro di tesi di laurea in collaborazione con il Dipartimento di Scienze della Terra dell'Università degli Studi di Ferrara.